Generator Condition Monitor explosion-proof: GCM-X

Il surriscaldamento che può avvenire in punti interni al generatore fa innalzare la concentrazione di particolato nel gas di raffreddamento. Se questo fenomeno viene rilevato per tempo si evitano guasti catastrofici.

Mediante analisi intelligente dei contenuti di particolato nel fluido gassoso di raffreddamento si garantisce l’affidabilità e l’efficienza del generatore e soprattutto si evitano i guasti intempestivi.

Il CGM-X rileva i punti caldi in maniera più veloce dei sensori a termocoppia o termoresistenza e con maggior efficacia ai fine della prevenzione del guasto.  Il microprocessore del sistema è programmato per eseguire sempre una sequenza immediata di verifiche prima di trasmettere l’allarme. L’esecuzione a sicurezza intrinseca ed a prova di fiamma garantiscono l’applicazione su macchine ad idrogeno.
Brochure – Generator Condition Monitor explosion-proof:  GCM-X